Harry Potter, notte di festa a Palermo

un'acquirente L’ultima grande magia Harry Potter l’ha compiuta nel capoluogo dell’isola triangolare: è riuscito a riempire ieri notte le librerie di Palermo. Uno spettacolo inedito con i locali che tracimavano di fan del maghetto di Hogwarts, con codazzo di figli e nipoti allietati da simpaticissime streghette. Non mancavano ovviamente i semplici curiosi, a digiuno di qualsiasi rudimento di difesa contro le Arti Oscure, venuti lì ad assistere allo storico evento. Siamo andati in due delle quattro librerie rimaste aperte durante l'”Harry Potter Midnight Opening”: la Flaccovio di via Ruggero Settimo e la Feltrinelli di via Maqueda.Sin dalle 22 tutti aspettavano trepidanti l’apertura della sacra pila dei libri, i più accorti avevano iniziato a prenotare mesi prima, aspettando pazientemente che la traduttrice della Salani Beatrice Masini portasse a termine l’impresa.

Nel settimo e ultimo volume della saga è giunta la resa dei conti tra il figlio di James e Lily Potter e Colui Che Non Deve Essere Nominato. Alla fine ne resterà uno solo, in un crescendo di incantesimi e eroiche gesta che assottiglieranno le fila dell’Esercito di Silente che abbiamo conosciuto nel quinto libro della Saga, quell’Ordine della Fenice appena uscito in dvd.

Il finale era stato rovinato alla vigilia dell’uscita britannica ma nessuno è stato scoraggiato: la scrittura della Rowling è riuscita a trasmettere a milioni di ragazzi l’amore per la lettura. Non è tanto il fatto di sapere se Harry sposerà o meno Ginny, la sorella dell’amico Ron, o conoscere il mistero della cicatrice a forma di saetta. È tutta la scrittura della Rowling ad essere impregnata di magia: accanto a patroni, pozioni polisucco e mollicci c’è una foresta di simboli e metafore, in cui svetta maestoso il mistero più grande: l’amore, quello stesso amore che ha salvato Harry da Voldemort. Perché l’amore protegge, salva e soprattutto unisce, mentre l’odio divide, lacera e progressivamente incancrenisce e avvelena l’anima, quella stessa anima che Voldemort – che prima di perdersi era il mago Tom Riddle – ha diviso in varie parti per essere immortale.

Non siamo riusciti ad ottenere dati ufficiali, neanche con la pozione Veritaserum. Il direttore della libreria Flaccovio è stato limpido e vago: più di un centinaio di prenotazioni per una disponibilità di circa mille copie; Lia Vicari, direttrice della Feltrinelli di via Maqueda, ha parlato di trecento copie prenotate e, anche lei, di più di mille copie disponibili. Non erano quindi i libri a mancare. Tutti erano lì per essere i primi a stringere il volume tra le mani, una folla oceanica e un’emozione palpabile e crescente che ha raggiunto il culmine all’apertura del pacco. Siamo riusciti, faticosamente e rischiando l’incrinatura di qualche costola, a filmare per 90011.it il momento clou.

Gente che s’abbracciava, strattonava, spingeva euforica afferrando libri. Più di cinquecento persone hanno invaso la Feltrinelli, tanto che la direttrice ha dovuto prendere la scelta impopolare di non fare entrare più nessuno per motivi di sicurezza. E alla fine, eccolo: il timbro speciale della notte di Harry Potter, il sigillo che nel tempo farà crescere il valore delle copie vendute durante quella che passerà alla storia come la notte di Harry Potter.

pubblicato su 90011.it il 5/01/2008 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...