tanto per dire

D’estate i palinsesti televisivi fanno rimpiangere perfino i reality, proprio non se ne può più: sempre le solite quattro pellicole zuppe di cataclismi e sciami di insetti assassini.

Allora non resta che ripiegare nella amata lettura, croce e delizia di questa stagione. Perché leggere in spiaggia è avvilente, soprattutto se sei miope e astigmatico e devi decidere tra leggere o proteggerti con gli occhialoni di sole.

Abbiamo fatto incetta di titolacci poco costosi come l’edizione super economica di THE CELL del sempre più sbiadito Stephen King e Il Discepolo della Kostova. Due minchiate buone a passar un pomeriggio a non pensare a questa nostra generazione giunta al calcagno.

Advertisements

3 thoughts on “tanto per dire

  1. Se provi a scrivere in spiaggia… vedrai che viene su bene e meglio di leggere King, che ormai ha estinto il suo splendido patto col demonio… ed un c'è cchiù nenti.ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...