Gli anni gracidanti (quando ancora il modem andava a carbone)

Picciotte care e picciotti cari,

dicevano che il mare non ha memoria, internet che sempre si naviga invece ce l’ha da elefante…

Tutta la mia vita – la nostra? – è ormai digitalizza, quoto completamente quanto affermato da Paolo Graziani qualche post fa, Paolo, tra l’altro l’ho "conosciuto" grazie a Google dopo che m’ha rintracciato per una citazione fatta nella mia tesi su Paul Celan.

Vorrei che non fosse così ma ci sono ancora on line quello che fu il glorioso caffè dicotomico, la mia faccia da beota con i basettoni, tutte le minchiatelle letterarie scritte negli anni gracidanti del modem a 56K, il primo sito decente, risalente ai tempi in cui Animal House era la mia bibbia. E ora almeno c’è anche quello della momentanea e caduca maturità (per le malelingue, nella foto ero ancora a dieta, ora sono almeno sette chili meno…)

R4!

C’è anche qualcosa di buono, la mia vecchia R4, mai dimenticata.

Non s’offenda la mia Ford Fiesta grigiometalizzata che m’aspetta in Sicilia ma quella era una Signora macchina, veleggiava in curva, aveva il cambio a coda di bue ma era mia, mia, mia.

Era nata praticamente con me, mio padre l’aveva comprata quando ero ancora nella pancia di mia madre…

Grazie, Internet…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...