l’unica cosa che conta e 40000 volte grazie

Leggendo questa cosa qui ho capito davvero che forse stavo imboccando un sentiero sbagliato, voglio solo invecchiare felice con quel poco che basta a vivere dignitosamente. Non voglio aspettare né i Barbari né i Tartari.

Pure che Kafka mi scrive che "tutti gli errori umani sono impazienza, interruzione precipitosa di ciò che è metodico, apparente recinzione intorno all’apparente", so solo che ho avuto la pazienza di aspettare l’arrivo della Speranza per ventidue anni, ora che ho smesso di farmi concupire dalla sterile superbia dei miei vent’anni vedo con un pizzico di chiarezza in più, nei Padri del Deserto leggo che la superbia è paragonata a un cane che lecca una lima, il cane lecca il suo stesso sangue, non smette perchè quello che lecca è dolce, dolce e letale: continuando a leccare la morte giungerà. Dolce e letale come il frutto amaro di un ego ipertrofico. Sarei disonesto a non dire che per interi anni ho dedicato parecchio tempo ad arrotare la mia lima, l’ho capito solo ora. E ho smesso appena in tempo, prima ancora – spero – di iniziare a leccare.
L’ho fatto capendo che è giunto il momento di commisurare i sogni e le legittime aspirazioni ai reali e concreti bisogni.

Questo è quanto. Mi accorgo pure che avete letto 40000 volte i miei dicotomici furori, non posso che dirvi altrettante volte grazie.

Avete capito che mi ha messo sulla strada la voglia di rovesciare la preoccupazione di Calvino: "Come scriverei bene se non ci fossi! Se tra il foglio bianco e il ribollire delle parole e delle storie che prendono forma e svaniscono senza che nessuno le scriva non si mettesse di mezzo quello scomodo diaframma che è la mia persona!" (Italo Calvino, Se una notte d’inverno un viaggiatore, cap. VIII).

Io ci sono, ci sono ancora di più quando scrivo e scrivendo vedo meglio cosa mi detta dentro questa vita. Ma questo, se siete arrivati a leggere sino a qui, lo sapete già.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...