quella cicatrice me l’ha fatta superman

Perché ci piacciono tanto i super-eroi?

Dico la mia, dato che sono cresciuto col mantello di Superman sulla culla.

Ho una cicatrice sul polso sinistro che solo qualche babba ha preso come residuo di un mancato suicidio. Lo sapete, il malinconico asociale coi capelli a mezzo collo riscuote sempre un certo fascino in piena adolescenza…

Ecco, quella cicatrice me l’ha fatta Superman.

Mio padre nel 1986 stava smontando una vetrina che, tolta dalla base cassettata, sembrava proprio la stessa cabina in cui Clark Kent entrava e poi usciva col mantello rosso e col pigiamone blu. Io che avevo 4 anni intingevo i miei sogni in quel mantello svolazzante. Capitemi: non potevo sciupare l’occasione, dovevo entrare nella cabina e fare vedere al mondo di che pasta ero fatto.

Naturalmente l’unica cosa che ho ottenuto è stata la suddetta cicatrice, ampiamente ricompensata dai miei primi due masters: HE MAN e quello con le gambe a molla.

Ora, proprio come già successe nei famelici anni 80, i cineasti ci rimpolpano i sogni con filmoni tratti dai super-fumetti. Ci siamo sparati già quattro Batman (e ora c’è pure il prequel), due X-Men, 2 Spiderman, 1 Hulk, 1 Daredevil con lo spin-off Elektra, etc. etc. Ora arrivano i Fantastici Quattro.

L’America non aveva una sua mitologia verso cui girarsi e se l’è creata nel mondo delle nuvole parlanti. E noi ce la beviamo con gli occhi e in dolby sorround. Perché noi non ce l’abbiamo più la sete necessaria a volare in alto. Che minchia di supereroe poteva partorire il genio italico?

Un segaiolo con lo sperma magnetico? Un cantante da crociera che tenta di conquistare il mondo?

Continuano ad obnubilarci la speranza.

In quel bel film che è "le ali della libertà", Andy attraversa le fogne per ritrovarsi libero e pensare anaforicamente a quella bella cosa che è la speranza. Ma se ‘sta speranza la lasciamo intonsa, immasticata, immateriale facciamo lo stesso errore da cui volevamo sfuggire. Le speranze vanno concretizzate, si devono raggrumare in qualcosa di concreto. Se ci riusciamo senza perderci, scopriamo qualcosa di meraviglioso.

Credetemi, ve lo giuro sulla mia cicatrice, neanche Superman saprebbe fare di meglio…

Advertisements

3 thoughts on “quella cicatrice me l’ha fatta superman

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...