Storie Vere e Vere Storie


E 3. Sono tre volte che leggo tra i commenti “ma questa storia è vera o finta”? Questa ennesima domanda mi spinge a cercare di capirci qualcosa. Se per verità intendiamo la corrispondenza tra la cosa narrata e la narrazione della cosa, tutte le storie sono vere. Sono vere storie, basta far slittare di una posizione l’aggettivo per andare a smuovere la metafisica. Facciamo un esempio, così mi capisco meglio pure io. Il riferimento d’obbligo è il vecchio Hitchcock, ricordate i suoi flashback bugiardi? L’assassino o chi era in combutta con l’assassino, spesso narrava la *sua* verità e il vecchio Alf sulle note della Marcia funebre di una marionetta, si divertiva a riempirci gli occhi con un flashback finto come una moneta da tre euro. Lo spettatore era sbatacchiato in un dubbio cosmico, da sempre il Regista Signore e Creatore assoluto aveva ripreso quello che realmente avveniva. L’investigatore poteva esserne all’oscuro ma quello che si vedeva sullo schermo era vero. Ed era vero pure quello che avveniva fuori scena. Alf mischiò le carte ottenendo effetti dirompenti.
Il flashback bugiardo ormai non stuzzica più nessuno, l’hanno sdoganato Aldo, Giovanni e Giacomo nel loro ultimo film. Tutto quello che avviene allo smemorato Aldo prima della sorpresa finale, non è vero, non è mai successo ma noi vediamo tutto sullo schermo e sino all’ultimo ci crediamo.  Ma a prescindere dall’adesione alla realtà le storie che i due baffuti regalano ad Aldo, sono vere storie, quindi qualche grammo di verità l’hanno.
Distinguiamo prima di impantanarci due livelli di verità: quello delle cose che sono nel mondo del sensibile e quelle delle cose che non hanno riscontro con la realtà ma sono ugualmente latrici di una verità, quella, appunto di essere vere storie (e non storie vere). Compartecipano all’Essere, quindi non possiamo negare che esse siano vere. Una storia è sempre vera, anzi, più è finta e lontana dal fluire di ciò che è accaduto (o che accade o che accadrà) più è una vera storia.
Rido di gusto quando mi chiedono se quello che racconto è vero o falso: è un vero racconto, se ha avuto o avrà riscontri con la realtà fisica è un altro discorso. Un occhio dipinto è un vero occhio? Entrambi dividono il nome e l’idea, uno è dipinto e l’altro lo posso toccare (anche se ciò non farà felice il proprietario dell’occhio). Il criterio dell’adesione al reale non è applicabile alle storie. Perché le donne e gli uomini vivono immersi in un mondo di storie, storie che possono verificare e verificarsi solo in minima parte. Quello che ci narra il telegiornale è vero? E chi lo sa? Nemmeno le immagini ci aiutano, troppi falsi storici ci hanno ormai allontanato dalla cieca fiducia nella vista (che resta sempre il senso più nobile).
Se io facessi cadere davanti a voi una penna e la penna rimbalzasse sul vostro alluce davanti a decine e decine di testimoni, chiedendo ai teste di “raccontarmi” quello che hanno visto, otterrei decine e decine di versioni diverse, tutte egualmente vere storie.
E allora lasciamo agli altri la verità e godiamoci le storie. Siamo animali linguistici, viviamo nel linguaggio che sorge in noi come attività specie-specifica. Non è un semplice strumento, ci resta appiccicato per sempre. Anche se diventassimo muti, continueremmo a usare il linguaggio appreso indirizzandolo in nuovi canali. Al linguaggio è connesso la polivocità, non possiamo farci nulla. L’essere, scriveva Aristotele, si dice in molti modi. Si dice, si scrive, si racconta.

Advertisements

3 thoughts on “

  1. Un pò di lana serve per l'inverno. Don't worry è un tema stuzzicante, questo è un mediocre antipasto. Se stuzzico Tommaso D'Aquino sul "quid est veritas" sono cavoli amari per tutti. Coniglione avvisato… Confesso: non ho tutti 30, ho anche abbastanza lodi 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...