I Sei Fedeli Lettori e L’Incomunicabilità Relativa


C’è un dubbio che mi porto dietro: perché i commenti ai miei messaggi non hanno mai superato il numero 6? Viaggio nella blogosfera e vedo che ci sono post commentati anche 40 volte, in un primo tempo avevo pensato che dipendesse da quello che scrivo. NO…… ci sono cavolate commentate dalla popolazione che non brillano per particolare sagacia. Vabbè mi contento dei miei 6 Fedeli Lettori per dirla come Steve King.
Ci sono varie ipotesi che mi corrono sotto lo scalpo:
Scrivo così male che la gente non arriva mai alla fine: bene, per chi si occupa di scrittura creativa è una spinta a limare ancora e ancora e ancora una volta
manca il fattore XXX ai miei post, sì, questa è una pecca che mi trascino lungo i montarozzi della vita, mi hanno sempre insegnato a non sbandierare ai quattro venti quello che faccio o che dico di fare con le donne, vabbè il rispetto puzza di vecchio ma non ce la faccio a trasformare questo blog in uno spogliatoio da palestra. Ho certi ricordi sugli spogliatoi che mi fanno inorridire solo a pensare di sciupare qualche neurone nel prendere in considerazione l’ipotesi, non parlo dello sindrome da spogliatoio, certo, mica che fa piacere a nessuno ritrovarsi in una stanza piena di cazzi (beh, forse a qualcuno fa piacere…) con ragazzi che parlano solo di quelle che si sono fatte solo col pensiero.


E d’accordo, il fattore XXX non fa per me, quello che succede tra le lenzuola rimane lì e scivola nei ricordi nel breve attimo tra il dormiveglia e il sonno propriamente detto. Certo, rivedere i vecchi amici e sentirmi chiedere come sta il mio cane…
manca una foto porno, sì, per essere precisi è un corollario del punto precedente ma merita una scheggia riflessiva a parte. Giro e mi rigiro e becco tette.splinder.it un blog stracolmo di tette assurde che mi riempono il monitor con l’ospizio delle balie da latte. Tette a destra e a sinistra che avanzano minacciose. Guardo il counter e capisco, le tette affascinano, si sa.
– forse la soluzione è in un’azzeccata miscela del tutto. Forse la gente ha capito che sti furori non sono poi chissà che…


Metto qui quello che prima appuntavo in qualche foglio di carta della stampante e lo condivido con altrettanti sconosciuti o almeno in apparenza tali, perché leggendovi e leggendoci post dopo post possiamo proprio definirci SCONOSCIUTI? Magari ci confidiamo qui quello che manco spartiamo con gli Amici, questo è il grande male dell’incomunicabilità relativa, non ho soluzioni e mi dispiace. L’incomunicabilità relativa falcia via  potenziali amicizie reali e diventa cronica nel 97% dei casi. A forza di mandare esseemmeesse e-mail e commenti ai post spesso quando uno si trova davanti agli altri fa un pò di fatica ad affrontare l’incognita del contatto sociale vero e proprio. Io vivo sta situazione con i bachecari della bacheca sportiva, gli impegni che ci impediscono di fare un’azione semplice semplice come prendere la macchina e andare a trovare gli amici per un pò di salubre cazzeggio e così ci teniamo in contatto con la bacheca e con i nostri microscopici avatar. Sì, anche se ci rivediamo dopo mesi e mesi ci sembra di continuare discorsi appena appena tranciati ma c’è un pò di iniziale imbarazzo. Ma passa subito.


 E allora continuo a scrivere e voi leggetemi pure in silenzio, miei cari 6 Fedeli Lettori.

Annunci

2 thoughts on “

  1. non sempre la "popolarità" di un blog dipende da tette, culi, resoconti sboccati o pseudo scabrosi… per fortuna :)comunque presumo che presto passerai dai 6 lettori di King ai 24 (eran 24?) di Manzoni :p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...