vibrissescatola

un’iniziativa discutibile

 

Care voi, cari voi.

 

Più o meno settimanalmente qualcuno mi scrive per dirmi: “Caro Mozzi, ma perché non fai un’edizione su carta di vibrisse?”. Io naturalmente rispondo: “Non la faccio perché mi costerebbe un occhio; trovare duemila e passa lettori gratuiti in rete è una cosa, trovarne altrettanti a pagamento in libreria o in edicola è tutt’altra cosa”.

 

La faccenda, però, a dire il vero, in somma, peraltro, tuttavia, mi stuzzica. Così ho pensato di fare una cosa che potrà piacere o non piacere, ma che a me mi piace. Anche se, lo so, mi procurerà un sacco di guai.

 

Si tratta di fare un’edizione di vibrisse in scatola: una vibrissescatola, come dice il titolo qui sopra.

 


Funziona così:

 

– ciascuna e ciascuno di voi è invitato a mandarmi per posta ordinaria (l’indirizzo è qui sotto) un “oggetto letterario” di sua produzione in un certo numero di esemplari (direi: da dieci a trenta). In ogni oggetto (in ogni copia di ciascun oggetto) dovrà essere indicato il nome dell’autrice o autore, nonché un recapito (un telefono, un aposta elettronica, un indirizzo fisico).

 

Io confezionerò le vibrissescatola, adoperando le scatole gialle vendute presso gli uffici postali (formato: 18 x 24 x 4 cm). In ogni vibrissescatola inserirò dieci diversi “oggetti letterari”, e le spedirò a chi me le chiederà. Si troveranno poi, eventualmente, altre occasioni di distribuzione (fiere, incontri ecc.).


 

Il termine ultimo per inviare gli “oggetti letterari” è fissato al 17 giugno 2003. Da quel momento le vibrissescatola potranno essere prenotate.

 


Non farò nessuna selezione del materiale. Tutto ciò che riceverò sarà rimesso in circolazione.

 

In qualche scatola mi prenderò il lusso di inserire delle sorprese.

 

Sarà mia cura far sì che ciascuna vibrissescatola abbia un contenuto diverso da tutte le altre.

 

Una scatola costa 1,40 euro. L’affrancatura, per un peso inferiore al chilo, è 3,62 euro. Ci sarà qualche spesa per le etichette, il nastro adesivo e così via. Penso che potrò chiedere, come rimborso delle spese, l’invio di 13 francobolli da 0,42 euro (i normali francobolli da lettera), per un totale di 5,46 euro. In sostanza, non ci sarà alcun guadagno da parte mia. Questi numeri potrebbero cambiare (ma di poco): aspetto di vedere i materiali.

 

Sarà bene che gli “oggetti letterari” siano leggeri, o almeno non molto pesanti.

 

A chi comprerà vibrissescatola in occasione di incontri ecc. chiederò ovviamente solo il rimborso del costo della scatola.

 

Per “oggetto letterario” intendo:

 

– minilibri autoprodotti (dal foglio piegato in quattro alla piccola pubblicazione fuori commercio); eventualmente in materiali diversi: foglie, panno, plastica (escluderei, per ragioni di peso, il legno di noce e i sassi); e così via.

 

– fotografie di parole, di persone che parolano, di parolieri, di parolai; e così via.

 

– volantini poetici, aeroplanini di carta poetici, palle di carta accartocciate poetiche (purché piccole); e così via.

 

– audiocassette o cd o cd-rom o floppy dick con parole dette o cantate o entrambe le cose; e così via.

 

– oggetti con parole (cortecce, foglie d’acero, biancheria intima purché igienizzata); e così via.

 

– tele ricamate con parole (punto croce, merletto); e così via.

 

– oggetti leggeri costruibili con parole (cartoncini o balse da piegare e incastrare ecc.).

 

E chi più ne ha più ne metta. Escludo:

 

– i semplici fogli graffettati. Desidero ricevere (per rimetterli in circolazione) oggetti che contengano una certa quantità di cura, di lavoro manuale, di tempo, di dedizione.

 

– libri in commercio, riviste e così via: per loro ci sarà, eventualmente, una seconda vibrissescatola.

 

– le enciclopedie in più volumi.

 

I materiali per le vibrissescatola dovranno essere spediti a questo indirizzo: giulio mozzi, via michele sanmicheli 5 c, 35123 padova. All’esterno della busta o plico o pacco, lì dove mettete il vostro indirizzo come mittente, scrivete: per vibrissescatola.

 

Ecco, questo è tutto. Se pensate che la cosa sia una fesseria, pazienza. Se vi pare un’idea divertente, vi aspetto.

 

giulio mozzi

 

(from vibrisse)

 

Annunci

One thought on “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...