Con in testa la magia di Eltofo… ho scritto sta scheggia. S’innesta perfettamente…


Nel prato dell’Erba voglio io non ci starei nemmeno un altro minuto, davvero. Perchè non è mica facile vedere gli altri morire e stare lì a lasciare galleggiare i santi sogni dei poeti.
Ero qui anche l’altro giorno e l’ho vista passare: era bella e aveva poche cose da imparare con quegli occhi neri. Ora capisco che aveva quel ragazzo da correre tanto. Anch’io mi sarei fatto un viaggio da un mondo all’altro per non perdere quegli occhi. Perchè ci sono cose che ti capitano così, troppo poco tempo per capirci qualcosa. E spesso le lasci svaporare, come le nuvole che si porta via il vento nel guscio delle tartarughe quando sono troppo stanche di andare così piano.
E’ l’infinito che mi fa paura.
Ma è solo l’infinito che mi dà la vita.
Perché ci dicono che è così che va il mondo.
Sto seduto qui un altro secolo, poi decido dove andare.
Se volete farmi compagnia ci sono pure i cioccolatini e le lumache.



Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...