Gli gnomi dei pizzini e una bella intimata


Ho schivato l’argomento per troppo tempo, pensavo che magari era solo off-topic. Fuori luogo in una rubrica con un argomento preciso. Solo che i recinti con un buco non sono recinti, diceva qualcuno. Se mi voglio realmente occupare di sociologia non posso rimandare oltre la questione. E va bene: parliamo in questa scheggia dicotomica dell’amore. Ecco ormai l’ho spadellata.
Il mio professore di Filosofia morale l’altro giorno in una delle sue solite sfavillanti lezioni (2 ore di fila senza intervallo, alla fine la mano è gelatina appiccicata al fusto della penna) parlava del grande merito di Marx:il Buon Vecchio Zio Karl ha trovato il modo di concretizzare il suo sogno di una cosa con una bomba epistemologica: ha assunto per la prima volta il punto di vista dell’operaio sofferente. Tutta sta pippa per dire semplicemente che i problemi sono lì, davanti agli occhi di tutti, basta solo trovare un nuovo punto di vista. Ritornando alla spinosa questione di sto shot: L’amore. ne hanno parlato tutti tagliuzzando il sentimento in lungo e in largo, lasciandolo a mollo di abbastanza formalina per poi studiarlo con più calma. Ci sono tanti di quei tipi di amore che ad elencarli tutti il cervello già trifolato va definitivamente a tener compagnia ai bradipi, lì a penzolare oziosi da un ramo. Bradipizziamoci insieme. Allora partiamo da un dato di fatto: sono tutte minchiate. Ecco, l’ho detto con abbastanza distacco scientifico. Ci sono diverse strade da percorrere… vediamo di elencarle assieme senza fare troppa confusione:
1) andare all’origine magari partendo da un dato eminentemente biologico: l’uomo e la donna devono necessariamente stare insieme, pena l’estinzione della specie.
2) tutto il resto è annoiata propaganda degli gnomi che mettono i ‘pizzini’ nei baci perugina. Li vedo bene: sono lì che fanno gli onanisti nella penombra e con una minuscola goccia del loro seme morente popolano il ripieno dei cioccolatini
3) è tutta un’invenzione degi sceneggiatori televisivi (volente o nolente ogni pellegrinaggio di questa rubrica ritorna all’origine in un viscido 69 accerchiatore)
4) parlano così solo gli emuli degli gnomi in attesa di impiegare più proficuamente i liquidi corporali
5) che ci fa un crine di cavallo negli slip della mia ragazza?
6) non è un capello: mi tradisci con il tenente Kojak!
7) ma la puffetta come se la dividono? Il grande puffo ha la precedenza?
8) Ero su un campo con lei e il tempo non c’era più, lei mi guarda e io guardo lei e mi chiede di che colore sono le bugie: viola – risposi.
9)i segreti delll’amore sono chiari sino ai 7 anni poi la vita di partito li annacqua con evidenti visioni distorte in cui il comunismo delle donne ottenebra ogni riflessione disoccultante che tenta di sussumere in un coerente sistema anti metafisico tutte le belle bugie dei poeti
10) Dietro ogni grande uomo c’è una grandissima donna ma la società fallocentrica continua a perpetuare le bugie che ci allontanano sempre più dalla verità
11) c’è un film di Almodovar per sciogliere ogni dubbio: basta unire i titoli delle pellicole per ottenere un ottimo consiglio Parla con lei (non dirle) tutto su mia madre (ed evita) donne sull’orlo di una crisi di nervi.
12) La risposta di Homer Simpson: una bella ‘intimata’ .
13) le migliori pagine della letteratura mondiale, frutto amaro della società globalizzata, sono state scritte dopo la fine di grandi amori
14) “me la dai o no?”: tutto il resto fa volume
15) non c’è mai abbastanza birra per mandare a nanna un bell’amore finito per l’ennesima stronzata


L’elenco è penoso, come ogni buon discorso su un tema così granitico: deve schiacciare perchè è questa la natura dell’amore, nessuna razionalità, nessuna dimostrazione geometrica, solo novelli speleologi alla ricerca di punti G armati di preservativi alla frutta e di tanta, troppa fiducia.


Che volete farci… è bello essere schiacciati.


Dicotomico a.r.m.

Annunci

One thought on “

  1. chi ha letto quest'articolo ha detto che è disgustoso. Che devo indagare prima di lasciarmi andare in penosi elenchi… BAh… Ci penserò su… La strada è segnata, basta seguirla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...